Come illuminare casa, idee e consigli utili

Come-illuminare-casa--idee-e-consigli-utili_800x600

Soffitti, lampadari, lampade a LED, faretti, lampade normali, pannelli d’illuminazione e quant’altro: sono solo alcuni degli oggetti che possono essere utilizzati per illuminare la casa. Le soluzioni, in effetti, non mancano e il problema è diverso: come posizionare tutto questo in maniera tale da fornire alla casa uno stile univoco e un design davvero eccellente? Bisogna, in effetti, possedere delle determinate conoscenze e competenze, un lavoro meglio adatto agli esperti di design più che ai semplici inquilini. Eppure, con qualche idea e seguendo un paio di suggerimenti utili è sicuramente possibile rendere la casa meglio illuminata e quindi più bella.

Innanzitutto bisogna chiarire l’impiego del lampadario sospeso, che è quello più comune. Quest’ultimo va posizionato unicamente nelle stanze grandi e, soprattutto, dev’essere posizionato abbastanza in alto.

Ovviamente, se si vuole creare un po’ di atmosfera da suspense illuminando solo il tavolo, si può anche scegliere una forma del lampadario a cono. In questo modo il raggio di luce verrà proiettato solo su di una superficie in particolare.

In alternativa per illuminare la casa si può puntare sulla plafoniera.

Quest’ultima va applicata in maniera diretta al soffitto e nella sua forma più classica sembra una piccola tartaruga in vetro con all’intero una lampadina.

A tutto questo si aggiungono anche i faretti – preferibilmente quelli a LED – utili per illuminare il piano di lavoro della cucina oppure l’angolo dello studio. Tali faretti, oltre a essere molto belli da vedere grazie a un design innovativo e d’avanguardia, offrono una luce diretta alquanto intensa.

La soluzione migliore per la casa è senz’altro rappresentata dai faretti da interno. Questi possono venire posizionati sia sulle pareti della stanza che incastonati direttamente nel soffitto. La loro luce può venire direzionata ovunque ci serva e il raggio è molto forte e concentrato.

Volendo si può anche puntare sull’illuminazione senza alcune lampade a vista: in questo caso parliamo delle luci nel controsoffitto. Queste vengono incastonate nel controsoffitto stesso, a patto che sia stato realizzato in cartongesso. Anche in questo caso si può orientare l’illuminazione a seconda di come ci piaccia di più.

L’illuminazione di queste lampade può rivolgersi al piano della cucina, sul tavolo, sul frigo e così via. In alternativa è possibile anche orientare le luci del controsoffitto in alto per creare un’atmosfera molto rilassante e informale, esattamente come nel salotto.

Ultimamente vanno sempre più di moda anche dei tipi d’illuminazione alternativi, come quelli offerti dalle strisce a LED.

Grazie a queste particolari strisce è possibile illuminare anche delle zone piuttosto ampie creano delle figure e dei designi esclusivi e personali. Tali strisce sono disponibili sul mercato in una vasta gamma di colori e possono essere posizionate praticamente ovunque: sugli armadi, nel controsoffitto, sulla TV e così via.

La luce di queste lampade viene diffusa in maniera indiretta dal coperchio posizionato sulla striscia stessa. L’unico accorgimento è quello di non usare queste strisce in maniera inappropriata e di non esagerare. Il design, del resto, è una di quelle materie che richiede un certo equilibrio nel bilanciamento dei colori.

Infine, non ci si può dimenticare di tutto ciò che riguarda il soffitto teso, una forma d’illuminazione innovativa e quasi futuristica. Grazie a questo tipo d’illuminazione è possibile creare un effetto illuminativo a dir poco straordinario. Sembrerà, difatti, che sia il soffitto stesso a illuminarsi.

L’effetto di luce diffusa dal soffitto è molto piacevole e scegliendo la giusta tonalità della luce può persino sembrare che sia quella naturale. La fonte d’illuminazione viene posizionata dietro alla pellicola in PVC. Quest’ultima, a sua volta, può essere decorata con varie stampe che si rifletteranno poi sulla luce. La pellicola può, inoltre, essere modellata e tesa ai bordi per aggiungere alla luce degli effetti specifici.

Non è affatto detto che sia obbligatorio usare la stessa forma d’illuminazione in tutte le stanze, ma è comunque meglio che tutti gli ambienti della casa abbiano uno stesso stile. In questo modo non si creeranno contrasti tra le varie stanze il che si rifletterà positivamente sullo stile generale dell’abitazione.

In ogni caso si consiglia di preferire le lampade a LED a quelle tradizionali, in quanto il LED è uno di quei materiali che offrono una vasta gamma di vantaggi, tra cui una maggiore economicità d’utilizzo, un raggio d’illuminazione più ampio e così via. Le lampade a LED, inoltre, durano di più e rappresentano un materiale ecosostenibile il cui utilizzo viene promosso sempre di più in tutto il mondo.

Di fronte a un investimento iniziale un po’ superiore rispetto a una classica lampada, i vantaggi del LED sono davvero tantissimi: basta provare per credere!